Promo Imago Historiae

Video Imago Historiae

La Bandiera

La Bandiera


Le bandiere delle unità militare borboniche erano caratterizzate, dal colore di fondo bianco, sul quale campeggiavano, dipinte o in ricamo, le Armi Reali, ossia le grandi armi araldiche del Regno delle Due Sicilie. Le prime bandiere sotto Carlo di Borbone si rifacevano a modelli spagnoli in uso agli inizi del 1700

.            

.            

 

 BANDIERA 1734

 

Ogni reggimento di fanteria della linea nazionale era dotato di tre bandiere, una detta Colonnella e le altre due Sensiglie. Delle tre bandiere , tutte bianche, la colonnella recava al centro le armi reali sormontate dalla corona, le due sensiglie recavano invece la croce di Borgogna formati da bastoni rossi incrociati.

 

 

 

ColonnellaSensiglia

                                     Colonnella                                                                  Sensiglia

 

Nel 1800 l’esercito venne radicalmente riorganizzato e vennero introdotte in uso nuove bandiere Regolamento del 1°giugno 1800.
In tale occasione si sancì l’abbandono sulle bandiere della croce di Borgogna, di derivazione  ormai straniera, sostituita con la croce costantiniana dell’Ordine di S.Giorgio, retaggio della discendenza farnesiana della famiglia Borbone.

All’articolo 20, delle bandiere per uso della fanteria il regolamento disponeva che ogni reggimento avesse  sei bandiere, cioè due per ogni battaglione: una sarà denominata Colonnella ; tutte le altre Sensiglie.
Tutto il campo della bandiera Colonnella sarà bianco d’ormesino a due capi ben battuto, delle dimensioni di palmi otto in quadrato da una parte verrà ricamata in seta lo stemma delle nostre Regali Armi, dall’altra opposta vi sarà anche il ricamo la Croce Costantiniana, e sotto di essa le lettere iniziali indicanti il reggimento a color nero. Nei quattro angoli di ambo i campi vi saranno ricamati quattro gigli con seta gialla. In mezzo di una ghirlanda di alloro di figura ovale.
Le bandiere sensiglie invece saranno costituite di stoffa, consimili a quella colonnella, e della medesima dimensione. In ambo le parti verrà ricamata la Croce Costantiniana, e sotto di questa le lettere iniziali.


 

 13 Regg.to

                                                                        Bandiera Colonnella

Croce Constntiniana

                                                                      Bandiera Colonnella recto

Sensilia

                                                                           Bandiera Sensiglia


Ciascun battaglione dei reggimenti della fanteria di linea  nazionali e quelli di Cacciatori erano inoltre dotati di una banderuola di manovra il cui colore mutava a seconda del reparto. Per ogni reparto esisteva una chiave cromatica di contrasti tra colore di fondo e quelle delle legende, dei distintivi e delle gallonature, che si invertivano a seconda dello schieramento della compagnia nell’ambito dell’unità ed a secondo dell’appartenenza al primo o secondo battaglione dei reggimenti di fanteria di linea.

Banderuola

                                                                    Banderuola di manovra

 

Guide generali serrafile  come erano definite, rappresentavano un elemento tradizionale per le truppe borboniche presso le quali l’uso di indicare gli allineamenti sul campo con insegne colorate
 – i caporali delle compagnie di sinistra portavano nel fucile un guidone bianco, quella di destra un guidone rosso – ogni guidone aveva un bordo colorato e recava ai quattro angoli l’emblema della specialità – granate, gigli o cornetta per la fanteria, granate, o altro per artiglieria e genio –ed al centro un emblema, con recto ed al verso la dicitura Guide Generali  con la denominazione dell’unità.

Bandiera Regg.to Lucania

 

                                Guide generali del 13° Reggimento di fanteria di linea "LUCANIA"

guide generaliguide generali

 

                                                                                Guide generali


 Home